INTEGRATORI DI MALTODESTRINE

A differenza del glucosio, e così come ogni alta forma glucidica ad alto indice glicemico (velocità di assimilazione), esistono anche tipologie di carboidrati dalle strutture chimiche dissomiglianti o comunque più complesse, le quali daranno luogo a velocità di assimilazione decisamente più ridotte. Tra questi potremo individuare in particolar modo FRUTTOSIO e MALTODESTRINE. Il fruttosio è costituito da una sostanza monomolecolare (chiamata appunto fruttosio) che necessiterà di una successiva trasformazione (in glucosio) prima di poter raggiungere il flusso plasmatico, un procedimento piuttosto impegnativo e di scarsa celerità. Le maltodestrine, analogamente, avendo una struttura chimica costituita da polimeri di glucosio derivata dall’idrolisi enzimatica dell’amido di mais, sapranno anch’esse garantire tempi di assimilazione molto ridotti.
I carboidrati a “basso indice” si dimostreranno indubbiamente utili nelle ore che precedono un qualsiasi allenamento, e altrettanto valevoli come fonte energetica primaria dalla quale poter trarre il giusto apporto di glucidi per far fronte alla nostra quotidianità.

 

 


Articoli correlati

Carboidrati e glicemia

Glucidi nella dieta

Carico glicemico

Calo glicemico


Condividi