ALLENAMENTI ANAEROBICI UGUALI?

Considerato il comune denominatore ipertrofico, recentemente in altri blog si sono potuti leggere diversi articoli e discussioni che vorrebbero evidenziare presunte analogie tra l'allenamento del bodybuilder e quello del centometrista. Per maggior chiarezza ho elaborato talune comparazioni utili nel distinguere le due discipline dal punto di vista più tecnico:

- il centometrista esegue molte più
contrazioni muscolari nell'arco dei suoi 10 secondi di "lavoro"
- il bodybuilder in 40 secondi di durata media della propria serie, non arriva a produrne quante il centometrista in 10''
- il centom. non lavora con % di carico molto elevate (altrimenti non potrebbe muoversi in modo esplosivo)- il b.b. per arrivare sfinito a 40'', deve impiegare almeno il 75% di 1 RM

- il centrom. impiega correttamente le fibre della categoria IIb by-passando letteralmente quelle a contrazione meno rapida
- il b.b. lavorando in modo lento sfrutta la sinergia di tutte le UM (lente e veloci), sollecitando però ad una velocità impropria le IIb
- il centom. nei suoi 10", esegue una prevalenza di fasi concentriche, sia in flessione che in estensione degli arti
- il b.b. in 40'', se non si allena in modo disattento, ha invece un tempo di tensione (TUT) prevalentemente costituito da fasi eccentriche (essendo la durata media di queste ultime maggiore di quella concentrica)
- il ROM muscolare del centom. è parziale
- il ROM del b.b. è (o almeno dovrebbe) essere totale


Considerati gli elementi sopradescritti, e sapendo come una fase concentrica sia più dispendiosa in termini di ATP rispetto a quella eccentrica, direi che il lavoro del centometrista sia radicalmente dissimile da quello del b.b., sia nell'enfasi meccanico-muscolare, che dal punto di vista metabolico.

Articoli correlati

Chimica metabolica

Contrazione muscolare

Acido lattico

Glicolisi

ROM (range of motion)


Condividi