RASSODARE I GLUTEI

 
Molto spesso si sente affermare come per conferire efficace allenamento ai glutei, sia necessario eseguire gli affondi. Niente da eccepire a riguardo, ma in che maniera eseguire quest'esercizio? Nella classica versione ad "avanzamento"?
Nulla di più sbagliato, gli affondi in avanzamento non si mostreranno adeguati per i glutei, ma sapranno come costuire elevato valore di stress soltanto a quadricipiti e ginocchia. Gli affondi più adatti ai glutei dovranno essere eseguiti sempre e solo all'indietro, in maniera tale che il vettore inerziale del moto incida unicamente sul principale estensore della coscia (ossia il gluteo). Un'altra validissima variante degli affondi è eseguirli alla Smith machine, e pure in questo caso con una propensione di moto pelvico posteriorizzata (esattamente come
accade in parte nello squat).
  Intendo infine puntualizzare che il moto posteriorizzato dovrebbe avere luogo da parte del solo tratto pelvico, il quale partendo da una posizione più elevata, se osserviamo la solidità tra ginocchio e caviglia, non potrà fare altro che disegnare un arco inclinato all'indietro. Questo è il modo corretto per "settorializzare" il gluteo negli affondi, tutte le altre varianti appariranno sempre inferiori in termini di enfasi muscolare.

  


Articoli correlati

Glutei grandi, medi, piccoli


Condividi