AUMENTARE LA FORZA MASSIMALE

 
L'aumento della forza massimale può essere riscontrato sostanzialmente dalla sinergia di due fattori:

- l'aumento della sezione traversa del muscolo (ipertrofia)
- una più ampia capacità di reclutamento simultaneo delle unità motorie che la compongono (un'attitudine prettamente a carico del sistema nervoso centrale nonché dell'efficienza delle sinapsi neuro muscolari)
 
A tutti gli effetti il solo aumento della massa non potrà determinare un aumento delle capacità contrattili, e, in maniera pressochè analoga, non è provato, se non in modo del tutto marginale, che un aumento della forza pura influisca sulla quantità di muscolazione. Se per esempio effettuiamo un'indagine statistica tra il pubblico amatoriale, ci apparirà evidente di come il più diffuso incremento della forza sia spesso frutto di mere varianti dinamiche e biomeccaniche, per cui nulla di riconducibile ad un tangibile incremento delle performance riscontrato a parità di stile.

Detto ciò, posso sicuramente affermare come sia del tutto improbabile aumentare la spinta massimale senza un allenamento che preveda l'impiego di serie limite previo resistenze pari o alla meglio superiori all' 85% della nostra attuale RM, ma posso anche aggiungere che tale obiettivo non potrà essere davvero massimizzato in assenza di un adeguato lavoro ipertrofico (opportunamente cadenziato nel macrociclo d'allenamento). Teniamo infine in considerazione di come il "forzare" sul sistema nervoso con l'intento di addestrare la nostra struttura a gestire carichi ad ogni utenza sensibilmente più elevati, rimarrà una tipologia di training difficilmente recuperabile sul breve periodo, e pertanto non potrà mai mostrare una repentina ascesa delle resistenze impiegate.

Articoli correlati

Allenamento per la massa (ipertrofia)

Allenamento per la forza


Condividi