ALIMENTAZIONE, CENNI GENERICI

 Come dovrebbe sempre accadere all’origine di un tragitto istruttivo, la prassi più sensata sarebbe quella d’iniziare dalla base, qualunque possa essere l’individuale conoscenza di ogni allievo; è esattamente ciò che intendo fare nel caso del delicato tema nutrizionale. Nei prossimi paragrafi saprò trattare ogni singolo aspetto relativo a questo "sofisticato" argomento, cosicché possiate ricevere una totale inquadratura di quello che rappresenterebbe il "dietro le quinte" dello, spesso sminuito, sostentamento quotidiano.

 

La caloria è quella quantità di calore necessaria per alzare di un grado un grammo d’acqua distillata in temperatura ambiente alla pressione di un bar. Quest'energia è fornita come sappiamo dagli alimenti, i quali in seguito ai processi di scissione sono trasformati in calore con l'ausilio dell'ossigeno; questo procedimento chimico prenderà il nome di ossidazione. Gli alimenti sono separati in precise categorie secondo la loro funzione:

 

  • ALIMENTI ENERGETICI (glucidi e lipidi)
  • ALIMENTI PLASTICI (proteici) che costruiscono la materia vivente
  • ALIMENTI FUNZIONALI (vitamine e minerali) che sono indispensabili affinché avvengano determinate reazioni chimiche e processi biologici

 

Il loro apporto in termini calorici, è di 4 calorie per grammo per quanto riguarda glucidi e protidi, mentre 9 sono le calorie di un grammo di grassi.

A titolo informativo dopo i processi digestivi, i glucidi diventano glucosio, le proteine aminoacidi e, i lipidi acidi grassi. Scendendo ancor più nel dettaglio, troveremo tra questi gli alimenti "essenziali", così chiamati poiché non possono mancare in un corretto piano alimentare. Quelli "non essenziali" sono quelli che l'organismo sarà in grado di sintetizzare automaticamente attraverso i processi digestivi.

Gli elementi nutrizionali indispensabili, saranno quasi tutte le vitamine, i minerali, 8 aminoacidi e 3 acidi grassi.


Condividi